X

In viaggio alla scoperta del cioccolato

Ancora oggi il cioccolato è un alimento di grande importanza: è un dono per gli innamorati a San Valentino, fa felici grandi e piccini durante la Pasqua, ci accompagna durante le festività natalizie… ma da dove nasce questo importante alimento?

Per scoprire da dove arriva il cioccolato dobbiamo tornare indietro nel tempo di ben 4000 anni e viaggiare in America Centrale, in quei paesi che oggi chiamiamo Messico, Perù e Panama. Qui una civiltà precolombiana, gli Olmechi, scoprì la pianta del cioccolato e iniziò a utilizzarlo per preparare una bevanda simile alla cioccolata, ideale come toccasana per le donne che avevano appena partorito. Con i Maya, poi,  iniziò una vera e propria coltivazione del cacao: i semi erano così preziosi da essere usati come monete e solo le alte classi sociali potevano permettersi di consumare il cioccolato.

Ma come fece il cioccolato ad arrivare fino a noi? Con la scoperta dell’America il cioccolato fece la sua prima comparsa in Europa dove venne utilizzato come rimedio medico per molti malanni: come cura per raffreddore, tosse, ma anche per problemi alla milza o allo stomaco e per combattere la depressione… insomma, chi più ne ha più ne metta!

Persi i suoi poteri curativi, nell’Ottocento il cioccolato iniziò a essere consumato per come lo conosciamo noi oggi: sottoforma di barretta e di cioccolata. Ma non tutti potevano acquistarlo: il cioccolato era segno di ricchezza e di potere e solo i ricchi potevano permetterselo.

Dal 1900 in poi crebbe la produzione di cioccolato che portò alla nascita di prodotti sempre nuovi e originali e smise di essere prerogativa delle classi sociali più alte.

E dopo questo viaggio nel tempo, pronte per un viaggio in cucina? Pasqua si avvicina e non dobbiamo farci trovare impreparate! Se volete trasformare il vostro uovo di Pasqua in una creazione davvero unica, cliccate qui per scoprire i consigli della nostra Toni Brancatisano!

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *